Una settimana a San Vigilio di Marebbe: vacanza da sogno sulle Dolomiti

12 Giugno 2019 0 Di Dolomiti da sogno

Dopo aver trascorso moltissimi anni delle nostre vacanze in Val di Fassa, alloggiando a Moena, Vigo, Soraga, Campitello, è giunta l’ora di spostarsi, e di scoprire una nuova parte del mondo montano delle Dolomiti. Per questo, la vacanza del 2019 di Dolomiti da sogno, sarà una settimana a San Viglio di Marebbe.

San Vigilio di Marebbe è una frazione del comune di Marebbe, in Alto Adige, ospite anche della sede municipale. Si trova precisamente nella Valle di Mareo, una laterale della Val Badia, e fa parte della Ladinia. L’abbiamo scelto come paese per la nostra vacanza per la sua posizione strategica, situato tra la Val Gardena, la Val Badia e la Val Pusteria.



La cultura ladina di ieri e di oggi

Nonostante le tante avventure e il tantissimo tempo che hanno passato le baite da montagna, continuano ad incantare i turisti con la cucina tradizionale ladina e con un menù che sempre di più subisce l’influenza mediterranea. Molte baite si trasformano in masi contadini, in residence individuali in cui l’ospitalità ladina potrà accogliervi in ogni alloggio.

Le escursioni che partono da San Vigilio di Marebbe e dai luoghi circostanti sono davvero sempre di più, ma sono anche molte le attrazioni culturali della zona. Uno tra questi è il museo ladino, che consente di gettare uno sguardo alla storia e alla tradizione ladina delle Dolomiti.



Escursioni nei dintorni di San Vigilio di Marebbe

Il tratto superiore della Valle in cui si trova San Vigilio di Marebbe porta all’ampio piazzare dove si trova il Rifugio Pederù, raggiungibile comodamente con i mezzi pubblici. Da questo punto, strade sterrate risalgono i versanti della valle raggiungendo gli altopiano di Fanes e Sennes, nel cuore del Parco naturale Fanes Sennes Braies.

Altri percorsi da qui portano alle vette dei monti che circondano San Vigilio di Marebbe, e in circa sei ore di cammino si può addirittura raggiungere il Lago di Braies. Numerose sono anche le possibilità per gli appassionati di mountain bike.

Oltre alle semplici escursioni esistono dei percorsi anche più impegnativi, come la “Via della Pace”, con partenza dall’Alpe di Fanes e che con tratti di ferrata, lungo i sentieri della Prima Guerra Mondiale, si raggiunge una cima della Furcia Rossa.



Please follow and like us:
error