Sarà una prima volta storica per la Val di Fassa e per il Passo San Pellegrino che, dal 24 al 28 febbraio, ospiteranno la Coppa del Mondo femminile.

A pochissimi giorni dalla conclusione del Mondiale di sci alpino di Cortina, il Circo Bianco femminile si prepara ad affrontare l’ultimo weekend di gare dedicato alle discipline veloci prima delle attesissime finali in programma sulle nevi elvetiche di Lenzerheide. 

La vallata Ladina, già teatro di diverse tappe di Coppa Europa e dei Mondiali Junior di sci alpino nel 2019, è stata scelta come meta per il recupero di ben tre competizioni all’interno del massimo circuito internazionale di sci alpino. A causa del continuo espandersi della pandemia da Covid-19 e della grande quantità di neve scesa a dicembre infatti, le due discese libere assegnate alla Cina e il superG in programma a Garmisch-Partenkirchen sono state cancellate, rendendo così necessaria una riprogrammazione del calendario.



Le atlete al via si sfideranno quindi sulla pista “La VolatA”, una delle piste più amate della Ski Area San Pellegrino, riadattata ad hoc per garantire la spettacolarità, ma soprattutto la sicurezza, di questo evento senza precedenti.

“La VolatA”, denominazione che riprende in apertura e chiusura le iniziali di Alberto Vendruscolo, pioniere dello sci in questa zona del Trentino, si sviluppa con un dislivello di 630 metri e una lunghezza di 2.350 metri di pura tecnica e velocità. Il tracciato, teatro di sfide avvincenti in Coppa Europa e nel corso dei Mondiali Junior, è molto apprezzato sia dagli atleti azzurri che dalle squadre straniere che scelgono spesso e volentieri le nevi del Passo San Pellegrino per i loro allenamenti.

Il contingente azzurro al via sarà formato da Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni, Nadia Delago, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi e Laura Pirovano. L’Italia avrà diritto a nove pettorali al cancelletto di partenza. Gli ultimi due posti disponibili verranno assegnati in seguito alle prove cronometrate in programma mercoledì e giovedì. Le atlete in lizza per sfidarsi con le grandi della disciplina nelle giornate di venerdì, sabato e domenica sono Elena Dolmen, Giulia Albano, Federica Sosio e Teresa Runggaldier.

L’intera durata dell’evento, in seguito e rispetto ai protocolli Covid, si svolgerà senza la presenza di pubblico; una decisione difficile ma inevitabile vista la velocità con cui la pandemia si sta continuamente espandendo.


L’adrenalina del tifo e il parterre gremito di gente mancheranno sicuramente alle atlete impegnate in questo weekend di gare che, però, potranno senza dubbio contare sul tifo del pubblico che si godrà lo spettacolo dal divano di casa.

Un sogno che si avvera dunque quello della Coppa del Mondo in Val di Fassa, voluta e attesa per oltre trent’anni. 

Auguriamo a tutta l’organizzazione della Val di Fassa Ski World Cup e alle dirette protagoniste un buon debutto e che possa essere la prima di tante altre future volte!

Buon divertimento a tutti e…che vinca la migliore!

Articolo scritto da Camilla – Content Creator di Dolomiti da sogno