È il sogno che ho sempre avuto fin da quando ero bambino e tenevo tra le mani le guide della Val di Fassa. Quella montagna alta 3152 mt. su cui sorgeva un Rifugio che era “più alto delle nuvole”. Con il team di Dolomiti da sogno abbiamo finalmente avuto l’occasione di salire in cima e di poter ammirare uno dei panorami più belli delle Dolomiti.

Si parte dai 2.239 mt. del Passo Pordoi, raggiungibile comodamente in auto salendo da Canazei o dal versante di Arabba, e si può salire al Rifugio Maria in funivia o scegliere il sentiero a zig-zag che arriva direttamente al Rifugio Forcella Pordoi. Se scegliete di salire in funivia, dovrete scendere di pochi metri fino al raggiungimento del Rifugio Forcella Pordoi da cui poi inizia la salita al Rifugio Capanna Piz Fassa, se invece scegliete di salire a piedi lungo il sentiero n. 627 dovrete attraversare il ghiaione, e con una salita costante in circa 1.30 h raggiungerete il Rifugio Forcella Pordoi.

Da qui si imbocca il sentiero n. 638 di media difficoltà che in un’ora circa vi porta al Rifugio. In totale quindi, se si sale in funivia, l’escursione prevede un dislivello di circa 300 mt. di dislivello da compiere in circa 1.30 ore. Il sentiero si presenta facile per la prima parte, ma di media difficoltà nella seconda in quanto ci sono delle semplici corde a cui aggrapparsi per scalare sassi molto grandi e piccole pareti di roccia. Consigliamo questa escursione a chi ha un passo sicuro in particolare in quanto nel tratto finale ci sono tratti esposti e brevi “ferratine” su cui è importante non fermarsi e non essere titubanti.

Il paesaggio lunare che vi accompagnerà per tutta l’escursione vi resterà come ricordo indelebile di quella giornata. Dai 3152 mt. del Rifugio Capanna Fassa avrete un panorama a 360° sulle cime più belle delle Dolomiti, con una visione davvero ravvicinata della Marmolada, la regina delle Dolomiti, delle cime della Val di Fassa, dal Catinaccio al Gruppo del Sassolungo, dal Civetta alle Pale di San Martino, insomma, da lasciare davvero chiunque senza fiato.

Dal Rifugio Capanna Piz Fassa poi si può proseguire il sentiero e scendere fino al Rifugio Boè per completare un bellissimo anello nel Gruppo del Sella. In caso contrario si può scegliere di scendere lungo lo stesso sentiero dell’andata, facendo però attenzione alle persone che staranno salendo al Rifugio.