Sabato 1 e domenica 2 luglio apre il Rifugio Sasso Bianco: ecco come raggiungerlo

Amici di Dolomiti da sogno, uno degli appuntamenti più importanti che ci vede coinvolti in quest’anno è l’apertura del Rifugio Sasso Bianco, a 1840mt, sotto la cima del Sasso Bianco nel cuore delle Dolomiti Patrimonio UNESCO, su una splendida terrazza prativa che si affaccia sul Monte Civetta. Quindi, segnatevi in agenda, SABATO 1 e DOMENICA 2 luglio vi aspettiamo in Rifugio! 

In Rifugio vi aspetteremo insieme a Elena e tutto il suo staff per festeggiare insieme questo grande momento, il suo sogno che si avvera! A partire dal sabato, ci sarà uno scultore che realizzerà un’opera in legno in diretta, ci sarà Alessandro Baù, alpinista, storyteller – Conferenze alpinistiche e motivazionali, guida alpina, outdoor coaching and motivational day, consulente aziendale nel settore outdoor e ingegnere consulente. Ci sarà anche Il Duo Tombesi/Da Cortà con Roberto Tombesi e Andrea da Cortà che con le loro melodie ci accompagneranno durante l’inaugurazione, ci sarà il soccorso alpino per una dimostrazione live e poi ci saremo noi di Dolomiti da sogno, ad aspettarvi a braccia aperte con tanta voglia di parlare di montagna. La domenica, ad allietare la giornata con della musica folk ci penserà il trio dei Gnuco Alpen Sgnapa Band! Rimanete connessi ai nostri canali social per scoprire tutte le novità sugli ospiti!

Ad aspettarvi, ci sarà anche un menù ad hoc studiato per la festa di inaugurazione: potrete gustare tra i vari piatti lasagne bianche alle ortiche e nocciole tostate, polenta con pastin, formaggio fuso, e del tenerissimo spezzatino. Ci saranno poi dolci freschi, tra i quali è d’obbligo menzionare la crostata con la marmellata fatta in casa. 

Leggi qui la storia di Elena 🙂

Come raggiungere il Rifugio Sasso Bianco 

Per raggiungere il rifugio le principali opzioni sono due:

1. da Piaia – San Tomaso Agordino (1140 m), la camminata dura circa 2-2.15 ore con 650 metri di dislivello ed è adatta a tutti (T). Una volta parcheggiato a Piaia prendi la strada forestale, la segnaletica indicherà Sasso Bianco. Prosegui sulla strada forestale per circa 1 ora e mezza (non farti scoraggiare da qualche rampa un po’ pendente), una volta arrivato all’attacco della teleferica prosegui sul sentiero in mezzo al bosco seguendo per Ciamp e arriverai in una mezz’oretta sulla piana di Ciamp dove si trova il Rifugio Sasso Bianco circondato da piccoli tabia. Da qui finalmente potrai ammirare il Civetta in tutta la sua imponenza e riposarti un po’!  

2. da Caracói Agóin (1256 m), il percorso dura circa 2.15-2.30 ore, con 700 metri di dislivello (E). Parcheggiata la macchina nel paesino imbocca la carrareccia seguendo per Bramezza. Una volta arrivati a Bramezza potrai ammirare un primo scorcio sul lago di Alleghe; prosegui quindi seguendo le indicazioni per Casere Bur, Tabiài Forca, fino a Tabiai Larìz, (1951 m) e poco dopo ti troverai su una sella d’erba (da qui sarà già visibile il rifugio in basso a sinistra), prosegui dunque a sinistra fino al Rifugio. Il sentiero offre diversi scorci molto panoramici su Pelmo e Civetta durante l’ascesa!  

Per dubbi e informazioni sui sentieri non esitare a chiamare in rifugio al 3716569944 oppure scrivici su IG rifugio_sassobianco, per mail rifugiosassobianco@gmail.com, sito web www.rifugiosassbianco.it

[ in foto il sentiero che sale da Piaia – San Tomaso Agordino ]