La montagna, spesso e volentieri, è vista dai bambini come un qualcosa di stancante, noioso, e forse più adatto “ai grandi”. E se invece fosse il contrario? E se fosse un posto magico dove perdersi nella natura, giocando e imparando cose nuove insieme a tutta la famiglia? Se siete alla ricerca di un’escursione semplice ma allo stesso tempo coinvolgente da affrontare in compagnia della vostra famiglia, il Sentiero degli Animali all’Alpe Lusia è quello che fa per voi.

La Ski Area Alpe Lusia, parte integrante del comprensorio sciistico Dolomiti Superski, si estende tra la Val di Fassa e la Val di Fiemme ed è situata a circa 3 km dal centro di Moena. Accessibile sia d’estate che d’inverno, l’Alpe Lusia è meta prediletta di molte famiglie che la scelgono per via dei servizi dedicati ai più piccoli.

Il sentiero didattico dedicato agli animali è senza ombra di dubbio una delle attrazioni estive per eccellenza dell’area. Il sentiero naturalistico, che si sviluppa in discesa per circa 3 km, scende tra boschi e pascoli offrendo scorci panoramici suggestivi.

Il punto di partenza del Sentiero degli Animali è facilmente raggiungibile grazie alla telecabina situata in Località Ronchi (Moena); il grande parcheggio gratuito vi consentirà di raggiungere in totale comodità la partenza dell’impianto. Dopo circa una decina di minuti, la telecabina arriverà a Le Cune (2.200m), uno dei punti panoramici più belli della Ski Area che vi regalerà una vista mozzafiato sulle Dolomiti. La passeggiata, che si sviluppa in discesa con un dislivello di circa -380m, è facilmente riconoscibile grazie alla simpatica segnaletica che la contraddistingue e che vi accompagnerà per tutta l’escursione.

I protagonisti indiscussi di questa esperienza saranno senza dubbio gli animali che popolano i boschi del Trentino, ma anche i piccoli camminatori che, con grande curiosità e spirito da giovani marmotte, troveranno lungo la strada tanti cartelli didattici che spiegheranno loro i segreti della fauna presente sul territorio. Il cervo, la lepre, il picchio, la marmotta sono solo alcuni degli animali che conoscerete meglio lungo il sentiero; imparerete le loro abitudini, come sono fatte le loro case, la forma delle loro impronte. Ad ogni postazione corrisponde un indovinello che aiuterà i piccoli esploratori a scoprire chi abita in quella determinata tana, trasformando questa passeggiata in un momento ludico da vivere in famiglia.

Lungo il percorso, che durerà su per giù meno di due ore, potrete fermarvi a fare pic-nic in una delle aree attrezzate, oppure in uno dei caratteristici rifugi che troverete lungo la discesa. Di recente ristrutturazione, la Malga Pozza sarà la prima struttura che noterete vicino al sentiero. La malga vi accoglierà in tutta la sua tranquillità e riservatezza, deliziando anche i palati più difficili con la sua cucina semplice ma di grande qualità. La deviazione in direzione della Malga Pozza è altamente consigliata per chi decide di intraprendere la passeggiata con il passeggino da trekking. La strada che prosegue senza passare vicino alla baita infatti, risulta un pochino più sconnessa a causa di radici e sassi più grandi. Il secondo punto di ristoro che troverete lungo la strada è lo Chalet Valbona, struttura meno rustica ma allo stesso tempo graziosa, che si trova in prossimità della stazione intermedia dell’impianto di risalita e segna la fine del Sentiero degli Animali. Lo chalet in estate gode della presenza di un bellissimo parco giochi, ricompensa perfetta per i piccoli camminatori, e di un piccolo laghetto con un ponticello, ideale per scattare qualche bella foto ricordo.

La telecabina che troverete in località Valbona vi riporterà comodamente al parcheggio in meno di cinque minuti, regalandovi un’ultima discesa immersi nei boschi dell’Alpe Lusia.

Il Sentiero degli Animali è comodamente percorribile con passeggino da trekking o zaino porta bimbo e, essendo una passeggiata sviluppata prevalentemente in discesa, è adatto a tutti. Raccomandiamo di prestare particolare attenzione all’altitudine con bambini sotto l’anno di età e di consultare il pediatra prima di prendere la telecabina.\nIl nostro consiglio è quello di prendervi tutto il tempo necessario per guardarvi intorno e respirare l’aria pura dei 2000m di altitudine, sarà sicuramente un toccasana per il corpo e per la mente!